Un blog sulle bibite gassate, dalle più comuni alle più introvabili.

 
 


 
Da non perdere
 

 
0
Pubblicato da Francesco De Val il 26 Maggio 2019 in Blog
 
 

Le bibite al caffè per l’estate, se arriva

Brasilena, MoKa Drink, Caffè Siesta e Bibicaffè sono i brand di riferimento. Saranno meno blasonati di Pepsi e Coca-Cola, eppure in Calabria fanno furore. Sono bottigliette singolari, dall’aspetto vintage e con tratti di stile che richiamano quel tempo in cui l’industria aveva ancora un gusto casareccio. Quasi dei pezzi da collezione, per gli appassionati s’intende.

Al bar, in casa o al ristorante, non importa dove ma come. Siamo abituati a sorseggiare l’inebriante sapore del caffè dalla tazzina fumante. E se invece lo assaporassimo in una bevanda gassata? No, non è un’azzardata trovata di marketing di qualche multinazionale impegnata a egemonizzare il mercato. È invece un’intrigante, quanto affermata, produzione calabrese. Quasi un prodotto DOP. Proprio così, nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza sono attive importanti imprese che hanno creduto nel connubio tra bevanda gassata e aroma del caffè.

Bibicaffè è il marchio più antico, la sua storia ha inizio nel 1941. La produzione si realizzava a Lamezia Terme per opera dell’impresa De Sarro & Torchia. A dispetto di quanto si potrebbe immaginare, è una bevanda apprezzata anche all’estero, e da molti anni per giunta. Ha vinto l’European Award Gold Mercury nel 1974 e il riconoscimento Italy Drink Come true Usa dell’edizione 1994. È un vero peccato che attualmente non sia più in produzione.  

I caffeinomani possono consolarsi con la Brasilena, rinomata in tutta la Calabria e in altre regioni del Meridione, soprattutto in Puglia, Basilicata e Sicilia. Non mancano le esportazioni, che riguardano, in particolare, gli Stati Uniti. La bevanda è sul mercato da più di mezzo secolo, tanto gli è bastato per diventare un componente di cocktail quali il Black jelly Bean e il Nero italiano.

In pochi conoscono Dipignano, il piccolo comune della provincia di Cosenza che ha dato i natali a Moka Drink. Prodotta da Moka Drink srl, la bibita analcolica ha un inconfondibile retrogusto di caramello ed è priva di conservanti. L’origine risale alla metà dello scorso secolo, impiega il medesimo colorante della Coca-cola, l’infusione di varie miscele di caffè e quel qualcosa in più che la rende speciale.

Le prime Siesta Caffè sono state prodotte nel 1976 a Reggio Calabria dall’impresa Romanella Drinks. L’azienda commercializza anche gassosa, acqua tonica, cedrata e vari altri prodotti in bottiglia. E se proprio le bollicine al retrogusto caffè non fanno per voi, inguaribili tradizionalisti, potete placare le vostre brame con dell’ottimo caffè Borbone capsule.


Francesco De Val

 


Loading Facebook Comments ...

0 Comments



Be the first to comment!


You must log in to post a comment