Un blog sulle bibite gassate, dalle più comuni alle più introvabili.

 
 


 
Da non perdere
 

 
0
Pubblicato da Stefano De Val il 28 aprile 2014 in Blog
 
 

Laranjada Português!

De sumo e polpa!

foto

“Sumol, De sumo e polpa de Laranja”

In questo caso le spiegazioni sono doverose: come ha fatto il nostro rispettabilissimo esponente estero a finire dalla Germania in Portogallo?

C’è di mezzo un Lufthansa che ha sorvolato Parigi.

Perplesso dal fatto che la capitale della Francia sia su una rotta che unisce Francoforte con Porto, e munito di mappa da consultare dubbiosamente, sono stato accompagnato in una cittadina poco più a nord, Braga.

Sarò breve, io e mio fratello Nicola siamo dei piloti di auto da corsa (sic), e la prima gara della stagione era proprio nel circuito di Braga. Non vi stancherò sulle nostre vicissitudini sportive (entrambe le gare sono state vinte, eh!), siamo qui per parlare di bibite! Se però volete curiosare siete caldamente invitati a visitare il nostro sito: de-val.com.

La foto che vedete rappresenta una bibita che mi sono concesso a pranzo, tra una gara e l’altra, in barba alla preparazione atletica, impeccabile fino a quel momento. Si chiama Sumol, ed è una gradevole aranciata leggermente frizzante.

In effetti non ho da spendere molte parole sulla bibita in sé: dolcezza bilanciata e un sapore che richiama con discreta soddisfazione le arance le permette di superare come piacevolezza una comune Fanta, arrivando non troppo distante dalle più blasonate San Pellegrino.

Quello che mi ha colpito è la leggerezza delle bollicine.

Intendiamoci, per i nostri standard sono poche, ma vivendo qualche giorno il Portogallo ci si rende subito conto di questa cosa. In effetti risulta molto difficoltoso anche solo trovare dell’acqua gasata in giro, e pure la Coca-Cola, gasata per antonomasia, non sembra essere diffusa come in Italia o Germania: pensate che risulta esserci una sola zona di produzione per tutta la penisola iberica, contro le tre che invece ci sono solo per l’Italia. Da cosa potrà mai derivare questa loro antipatia per l’anidride carbonica nei fluidi?

Ad ogni modo, ricorderò l’esperienza sportiva e degustativa portoghese con molta soddisfazione.

Comunque cerchiamo sponsor


Stefano De Val

 


Loading Facebook Comments ...

0 Comments



Be the first to comment!


You must log in to post a comment