Un blog sulle bibite gassate, dalle più comuni alle più introvabili.

 
 


 
Da non perdere
 

 
0
Pubblicato da Francesco De Val il 23 Gennaio 2020 in Blog
 
 

La Coca-Cola non vuole rinunciare alla plastica

Mentre in Italia rimane acceso il dibattito sulla Plastic Tax, al Davos 2020, già teatro dello scontro tra Greta Thunberg e Donald Trump, la Coca-Cola annuncia che non intende rinunciare alle bottiglie di plastica monouso.

La ragione? I clienti le preferiscono. Sono richiudibili, leggere e più pratiche di quelle in lattina e vetro. Così dice Bea Perez, responsabile della sostenibilità della The Coca Cola Company.

Ogni anno il gigante del beverage produce tre milioni di tonnellate di bottiglie di plastica, ovvero 200.000 bottiglie al minuto.

Nel 2019 la organizzazione “Break Free from Plastic” ha rilevato come la Coca-Cola fosse la società più inquinante in relazione alla plastica.

Perez comunque riconosce che ora anche la Coca-Cola deve diventare parte della soluzione, a riguardo si è impegnata ad arrivare a utilizzare entro il 2030 il 50% di materiali riciclati e a collaborare con le organizzazioni non governative per migliorare la raccolta.

Ma rinunciare alla plastica completamente sarebbe un duro colpo alle vendite e quindi non è fattibile, inoltre sempre secondo la Perez passare ad alluminio e vetro inciderebbe molto negativamente sulle emissioni di carbonio. La coperta è corta insomma.


Francesco De Val

 


Loading Facebook Comments ...

0 Comments



Be the first to comment!


You must log in to post a comment